martedì 24 gennaio 2012

Muffin al cioccolato fondente e peperoncino (dark chocolate and chilli muffins)





Spesso la domenica è il giorno per vedere gli amici, che si alzano rigorosamente alle 11, ci mettono un'ora e mezzo (almeno) per prepararsi e tardano pure all'appuntamento in ristorante per le 13 e 30.
E' da qualche tempo che ho abbandonato questo modo di fare perchè non mi appartiene essendo io sempre puntuale e precisa, e perchè visto che ho solo un giorno libero alla settimana, non mi capacito di dover perdere anche un solo istante ad aspettare chi invece si fa i cavolacci suoi senza alcun rispetto.
La domenica appena trascorsa è stata  a dir poco stupenda.
Sveglia alle 9 e 30 per Ste, visto che io ero in piedi dalle 7, doccia e passeggiata per il mercatino di Viale Trento a curiosare tra cianfrusaglie, accessori vintage e antiquariato. Con tutta la calma del mondo poi siamo tornati a casa e di passaggio ci siamo fermati in rosticceria a procacciarci il pranzo (zero voglia di cucinare) che abbiamo gustato senza l'assillo delle pentole da lavare. Infine tv, pennichella e al mio risveglio la preparazione di questi muffin deliziosi che mi terranno compagnia durante le colazioni di tutta la settimana, a ricordarmi che meraviglioso fine settimana ho trascorso col mio boy.


Muffin al cioccolato fondente e peperoncino

Ingredienti per 12 muffin:
  • 200 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 125 gr di burro
  • 100 gr di cioccolato fondente al 70%
  • 100 gr di panna
  • 1 bustina di lievito
  • 1 spolverata di peperoncino
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 4 cucchiai di gocce di cioccolato
  • 4 uova
Setacciamo la farina con il lievito.
Aggiungiamo il burro fuso e le uova, poi lo zucchero.
Mescoliamo bene con l'aiuto di uno sbattitore elettrico.
Aggiungiamo il cioccolato fuso, la panna, il cacao, il peperoncino e le gocce di cioccolato.
L'aggiunta della panna ci permetterà di ottenere un composto finale molto leggero, simile a una mousse.
Dividiamo ora l'impasto nei pirottini e cuociamo in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti.


venerdì 20 gennaio 2012

Un nuovo blog e un Tortino di riccia, patate e pancetta




Chi mi conosce sa che sono una gran chiacchierona e che ho la lingua lunga, molto, forse troppo.
Visto che non mi interesso solo di cucina ho aperto anche un altro blog che però parla prevalentemente di moda, lifestyle, viaggi, e acquisti on line.
Si chiama SHOPPING DIPENDENTE perchè credo renda bene l'idea!
Mi piace molto mostrare i capi e/o gli accessori che trovo interessanti con tanti consigli su saldi, sconti e promozioni. Mi farà piacere se deciderete di passare a farmi un saluto e dirmi che ne pensate.

Ora torniamo alla ricetta.
E' un tortino preparato in fretta e furia appena tornata da lavoro, però non era affatto male.


Tortino di insalata riccia, patate e pancetta.

Ingredienti per 4
  • 1 cespo di insalata riccia (se non vi piace il sapore amaro usate lattuga o indivia)
  • 3 patate di media grandezza
  • 2 uova
  • 100 gr circa di pancetta affumicata a dadini
  • qualche cucchiaio di latte
  • 1 noce di burro
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • noce moscata
Mettiamo a bollire le patate.
Intanto laviamo bene l'insalata e dopo averla tagliata grossolanamente mettiamola a stufare in un tegame con il coperchio senza olio nè sale. Spegniamo il gas quando sarà completamente appassita.
Una volta cotte le patate, sbucciamole, e schiacciamole aggiungendo 3-4 cucchiai di latte, il burro,
una presa di sale e un po' di noce moscata grattugiata come a creare un purè non troppo morbido.
Frulliamo l'insalata cotta con 2 uova, sale e pepe.
Facciamo rosolare la pancetta in una padella antiaderente fino a che non sarà croccante.
Ora è arrivato il momento di comporre il tortino nella nostra cocotte.
Ungiamo bene le pareti con un pennellino intriso d'olio, poi
sul fondo mettiamo 1 cucchiaio di pancetta.
Copriamo la pancetta con il frullato,
lasciamo cadere una cucchiaiata abbondante di purè e infine copriamo tutto col frullato avanzato.
Non ci resta altro che mettere in forno per 30 minuti circa a 180°,
il tortino sarà pronto quando si formerà la crosticina sopra.
Togliamo dal forno, lasciamo freddare qualche minuto e con l'aiuto di un coltello
stacchiamolo dalle pareti e rovesciamolo sul piatto.

sabato 14 gennaio 2012

carote al burro e prezzemolo (carrots with butter and parsley)


Il mio personalissimo Babbo Natale (leggi Stefano) anche quest'anno mi ha fatto trovare sotto l'albero dei regali meravigliosi, ma uno in particolare spiccava per massa e forma.
Ebbene, dopo averlo chiesto a gran voce per mesi anche io ho ora possiedo il mitico Cucchiaio d'argento. Vi basterà sapere che ho passato la mattina di Natale a sfogliarlo per vedere cosa avrei potuto preparare nei giorni successivi...

Questa ricetta per le carote l'ho trovata proprio lì.
Non avevo voglia di farci niente di particolare, solo un contorno un po' sfizioso per accompagnare della carne ai ferri. Ovviamente l' ho modificata leggermente.


CAROTE BURRO E PREZZEMOLO

Ingredienti per 2:
  • 300 gr di carote
  • 1 noce di burro
  • 2 cucchiai di panna
  • 1 cucchiaio di prezzemolo
  • sale
Laviamo le carote, peliamole e tagliamole a rondelle.
In un tegame far sciogliere il burro, poi aggiungere le carote e coprirle con dell'acqua a filo.
Lasciar cuocere per circa 20 minuti, il tempo che le carote cuociano e l'acqua venga assorbita.
Ora il nostro piatto è praticamente pronto, aggiustiamo di sale, aggiungiamo la panna e il prezzemolo e mescoliamo.
Serviamo calde.

mercoledì 11 gennaio 2012

Torta allo zafferano (Saffron cake)




Oggi si va a fare shopping.
Onestamente non vedo l'ora.
I saldi sono una sfida per qualunque shopping addicted.
E' tutta una questione di equilibrio.
Io per esempio so già che le cose che mi SERVONO  sono poche: della biancheria intima da Loveble, una tuta nike da Nike&Nike, e delle calzette in cotone colorate nel mio negozietto di fiducia.
Teoricamente basta così.
Però si spalanca anche il portone dei DESIDERI, tutte quelle belle cose che vorremo anche se non ci occorrono, o anche quelle cosa che non ci convincono ma che compriamo perchè "tanto costa solo 15/20 euro". Qui sta la fregatura.
Ma come dicevo cercherò di bilanciare le due cose evitando di sperperare il mio sudatissimo stipendio...
Nel prossimo post vi racconterò come è andata.


Ma torniamo ad argomenti culinari...
Questa torta voleva farla da mesi, ma ogni volta mancava qualche ingrediente e così rimandavo. Finalmente ce l'ho fatta e posso presentarvi questo dolce preparato senza uova, nè burro in tutto il suo splendore. Provatela se amate come me lo zafferano, che unito al cioccolato sprigiona tutto il suo aroma.


TORTA ALLO ZAFFERANO

Ingredienti:

  • 250 gr di farina
  • 100 gr di burro
  • 130 ml di latte
  • 1 albume
  • 15 gr di lievito di birra
  • 1 bustina di zafferano
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • sale
  • 150 gr di cioccolato fondente.
Mettiamo la farina sulla spianatoia, facciamo un buco al centro e versiamoci il burro fuso.
Impastiamo e intanto aggiungiamo il latte in cui avremo sciolto il lievito di birra, un pizzico di sale, la noce moscata e lo zafferano.
Lavoriamo fino ad ottenere una palla morbida ed elastica.
Mettiamo l'impasto a lievitare in un luogo tiepido ben coperto da dei canovacci per 1 ora.



Trascorso questo tempo lavoriamo nuovamente l'impasto e mettiamolo in una teglia imburrata e infarinata da circa 25 cm di diametro, poi lo  spennelliamo con l'albume sbattuto.
Cuociamo a 200 ° per 20-30 minuti.
Lasciamo freddare su una gratella e copriamo con cioccolato fuso.


Con questa ricetta partecipo al contest:

Il mio 1° contest: dall'antipasto.... al dolce scadenza 30/01/2012




sabato 7 gennaio 2012

Lenticchie speziate (Spicy lentils)


Anche l'Epifania è passata. E' ora di rilassarsi e riprendersi dalle feste.
Smontare l'albero e il presepe e riordinare casa.  Che palle! Vorrei inventassero un albero di Natale che decoriamo noi ma che si scrolli tutto di dosso il 7 gennaio rimettendo anche gli addobbi nelle loro scatole.
E poi come mai una volta che rimettiano tutto giù le scatole non si chiudono, le cose trabordano e noi ci ritroviamo come delle deficienti a compiere una sorta di operazione valigia, ovvero a spingere e tirare e accostare bordi cercando di far entrare tutto nel contenitore?
Forse è una caratteristica di noi donne, forse un uomo avrebbe preso un'altra scatola e sistemato lì l'eccedenza. Ma noi no, siamo testarde e pensiamo che se ci è entrato tutto l'anno scorso, ci deve entrare tutto anche quest'anno. Salvo poi dimenticare che abbiamo comprato qualcosa di nuovo, tipo 16 palline in vetro soffiato, altri 3 giri di perline rosse per l'albero, 12 stallatiti dorate, 5 pupazzetti di Babbo Natale da spargere per casa e 4 o 5 vetrofanie. Allora è normale che non ci stia tutto in quella benedetta scatola, o no?

Lasciamo perdere le mie elucubrazioni mentali sulla fine delle feste e concentriamoci su queste lenticchie che mi hanno stupita una volta di più. Non mentite, quasi tutti hanno ricevuto un cesto natalizio e in ogni cesto non manca mai il pacchetto di lenticchie. Che se poi non lo cucini a Capodanno te lo ritrovi l'anno prossimo in fondo alla dispensa triste e abbandonato, ignorato anche dalle farfalline che di solito si mangiano la pasta...


Lenticchie speziate

Ingredienti per 4 persone:
  • 200 gr di lenticchie
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • sale
  • 1/2 cucchiaino di coriandolo macinato
  • 1/2 cucchiaino di cumino macinato
  • olio.
La sera mettiamo le lenticchie ad ammollare in acqua fredda, così saranno pronte per il giorno dopo.
Tagliamo la carota e la cipolla a pezzi non troppo piccoli e facciamo soffriggere con un filo d'olio,
poi aggiungiamo le lenticchie e facciamo rosolare qualche minuto.
Copriamo il tutto con acqua fredda, aggiustiamo di sale, aggiungiamo il coriandolo e il cumino e lasciamo bollire fino a cottura completata.
Quando le lenticchie saranno pronte, eliminiamo l'acqua di cottura e serviamo le lenticchie in un vassoio servite solo con un filo d'olio.

martedì 3 gennaio 2012

Il vero Creme Caramel



Ho sempre odiato con tutte le mie forze il creme caramel.
Non mi piace il caramello e tanto meno il sapore di vaniglia.
Però che cuoca è una che non sa preparare un Creme  Caramel??? Mi spiace per il Signor Cameo ma stavolta ho deciso di fare a meno dei suoi prodotti e di creare il mio dolce tutto da sola.
L'ho servito al cenone di Capodanno e quasi tutti hanno gradito, solo Michela mi ha detto che per lei era troppo dolce, mentre sua sorella Sara ne ha mangiato per 4 porzioni... Secondo voi le sarà piaciuto?


Ingredienti per 4
(quello nella foto è per otto):
  • 250 ml di latte
  • 100 ml di panna
  • 2 uova
  • 1 tuorlo
  • 65 gr di zucchero
  • 1 bustina di vanillina o una stecca di vaniglia
Per il caramello:
  • 75 gr di zucchero
  • 3 cucchiai d'acqua
Mettiamo il latte a scaldare con la vanillina o la stecca di vaniglia fin quasi ad ebollizione,
poi toglierlo dal fuoco e lasciarlo riposare.
Quando si sarà freddato un po' aggiungiamo la panna.
Intanto sbattiamo le uova con lo zucchero,
poi lentamente  uniamo il latte filtrandolo con un colino.
Compiuta questa operazione possiamo occuparci di creare il caramello mettendo lo zucchero e l'acqua in un pentolino a scaldare mescolando continuamente.
Quando avrà un colore ambrato potremo versare il nostro caramello nello stampo rigirandolo anche lungo i bordi prima che solidifichi.
Ora possiamo aggiungere il preparato che avevamo da parte.

A questo punto arriva la parte più difficile, perchè la cottura deve avvenire in forno a bagnomaria:
quindi mettiamo il nostro stampo in una teglia con dell'acqua che deve coprire 1/3 dello stampo.
Cuociamo a 170°C per circa mezz'ora.
Ci accorgeremo dell'avvenuta cottura dal colore dorato della crema e dal fatto che inserendovi uno stecchino sentiremo una consistenza solida e non più liquida.
Ora non manca che far raffreddare e mettere in frigo per qualche ora prima di servire.