giovedì 28 luglio 2011

Pomodori verdi fritti


Oggi passeggiando al mercato ho visto i pomodori verdi, e ispirata dal film che sia io che la mia amica Chiara adoriamo, ho deciso di cimentarmi nella preparazione dei famosi pomodori verdi fritti.

Ingredienti:
- 4 pomodori verdi
- pane grattuggiato
- 1 uovo
- sale
- pepe
- olio di semi di girasole.


La preparazione è semplicissima: laviamo e asciughiamo i pomodori.
Poi li tagliamo a fette  e li cospargiamo di sale da una parte e dall'altra per far si che eliminino l'acqua, avendo cura di poggiarli su una griglietta.
Questa operazione deve durare almeno 1 ora, altrimenti corriamo il rischio che la frittura non riesca bene. Fatto ciò asciughiamo ancora le nostre fette di pomodoro, le passiamo nell'uovo e successivamente nel pan grattato e infine friggiamo in olio ben caldo. Per assorbire l'olio in eccesso il segreto è di non usare la carta assorbente ma le vecchie buste del pane (segreto imparato da mia nonna). Lasciare intiepidire e servire!








mercoledì 20 luglio 2011

Cous cous con maiale e verdure

Uno dei miei piatti preferiti in estate è il cous cous: si prepara facilmente in pochi minuti ed è buonissimo anche freddo. Inoltre io lo uso dei disperati periodi di dieta, infatti un piatto con delle verdure e 50 gr di cous cous risulta pieno e invitante al contrario dei canonici 80 gr di pasta che non riempono neanche un mestolo da cucina. Comunque, tornando a noi, il cous cous andrebbe preparato con la semola e poi cotto al vapore, un procedimento lungo e indicato per i più esperti, e siccome io non rientro in questa cerchia ristretta, mi affido a quello comprato al supermercato, che è precotto.
I modi per cucinare il cous cous sono infiniti, io lo preparo in tanti modi, anche con solo qualche verdura solitaria rimasta in fondo al frigo e piano piano vi proporrò le varie ricette ma iniziamo da questa.

Ingredienti per 3-4 persone:
- 200 gr di cous cous
- 1 melanzana
- 1 zucchina
- 1 peperone
- 1 cipolla
- 250-300 gr di bocconcini di maiale
- qualche foglia di menta
- 3 cucchiai di vino rosso
- olio extra vergine di oliva
- peperoncino
- sale q.b.

Preparazione:

Iniziamo tagliando a dadini la verdura, ma tenendola in recipienti separati perchè avendo tempi di cottura differenti, andranno aggiunte separatamente. Poi affettiamo la cipolla non troppo fine e la mettiamo a rosolare in una tegame col maiale e un filo d'olio, al quale aggiungeremo il vino. Una volta che la carne ha iniziato la cottura possiamo aggiungere il peperone, mescoliamo, copriamo con coperchio e lasciamo cuocere per qualche minuto, per poi inserire anche la melanzana e la zucchina. Saliamo e aggiungiamo il peperoncino.
Ora mettiamo il coperchio e lasciamo cuocere a fuoco medio fino a cottura completata.
Intanto, ci possiamo occupare del cous cous che prima di tutto va messo in una ciotola a cui aggiungeremo una cucchiaiata d'olio per poi sgranarlo bene con una forchetta. Questa operazione sembra inutile, ma è indispensabile per ottenere un cous cous omogeneo e senza grumi.

 Fatto questo, versiamo sopra il cous cous dell'acqua bollente già salata fino a coprirlo del tutto, e lasciamo riposare per qualche minuto dopo aver coperto il recipiente.
Una volta che il cous cous si sarà ammorbidito potremo aggiungere il condimento e le foglie di menta.
Mescoliamo bene e aggiungiamo un filo d'olio. Possiamo servire il piatto sia caldo che freddo, a discrezione della padrona di casa e degli ospiti che lo gusteranno.



sabato 16 luglio 2011

Torta gelata

Avendo ospiti a cena oggi mi sono dedicata a preparare una torta gelata, credetemi, non saprei definirla diversamente visto che non è solo una torta gelato, nè un semifreddo...So solo che è un'idea carina e fresca nelle calde serate d'estate. Ora vi spiego come l'ho fatta.
Ingredienti per il gelato:
- 3 tuorli d'uovo
- 100 gr di zucchero
- 400 ml di latte intero
- 200 ml di panna
- 2 albumi
- 1 cucchiaio raso di maizena
- 7-8 biscotti al cioccolato

Ingredienti per la torta:
- 1 pan di spagna da circa 400 gr (va benissimo quello comprato al supermercato)
- 200 gr circa di cioccolato bianco fondente
- 100 ml di panna
- 1 tubetto di cioccolato per alimenti.

Procedimento:
Per preparare il gelato, mettete in una terrina i tuorli con lo zucchero e la maizena e mescolate con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo, poi aggiungete il latte poco alla volta, mettete sul fuoco e portate ad ebollizione. Fate freddare e aggiungete la panna e i due albumi montati a neve



A questo punto la base per il nostro gelato è pronta e non resta che metterla nella gelatiera, ricordando però di aggiungere i biscotti sbriciolati una volta che il composto inizia a montare.
Quando il gelato è pronto, va messo un pochino in freezer per rassodare e poi si può spalmare sul pan di spagna tagliato a formare tre strati. Io non l'ho bagnato perchè il mio gelato era ancora abbastanza morbido, ma se preferite potete usare dello sciroppo fatto con acqua e zucchero.


Dopo aver sovrapposto tutti gli strati mettete in freezer per almeno mezz'ora per dare il tempo al gelato di solidificarsi bene. Poi spostatelo in frigorifero e nel frattempo preparate la glassa facendo sciogliere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato bianco e la panna mescolando bene per evitare che si formino grumi.

A questo punto arriva la parte difficile, cioè la stesura della glassa che va fatta su un supporto come quello che si vede nella mia foto, che serve appunto a far colare via la glassa in eccesso. Se serve aiutatevi con una spatola piatta o un lungo coltello senza dentellature per spargerla bene.

Fatto questo, mentre la glassa è ancora morbida divertitevi a decorare col cioccolato da cucina come più vi piace, ma vi avverto, non è facile come sembra, infatti la mia decorazione appare un pochino tremolante. A questo punto mettete in freezer ricordando di togliere fuori il dolce circa 20 minuti prima di consumarlo.

lunedì 11 luglio 2011

Spaghetti con la bottarga

I sardi lo sanno, la bottarga è un dono del mare che va mangiata senza troppe sofisticazioni per non alterarne il sapore speciale, ma ultimamente in tv ho visto proporre ricette veramente strane, per cui vi proporrò alcune ricette a base di bottarga tipiche della Sardegna, iniziando dalla pasta.
Voglio però ricordarvi che la bottarga di Cabras, molto rinomata in Sardegna, nasce dall'usanza dei pescatori di essicare le sacche contenenti le uova dei muggini e di consumarle come pasto con del pane, in modo da vendere il pesce e allo stesso tempo nutrirsi. Di fatto era un alimento povero, uno scarto del prodotto ittico che col passare del tempo ha acquisito un valore sempre maggiore, fino a diventare una vera e propria specialità.

Tornando alla pasta, ve la propongo perchè è un piatto semplicissimo da preparare, veloce e sicuramente di grande effetto. Io tengo sempre in frigo un vasetto di bottarga grattugiata che mi permette di organizzare una spaghettata dell'ultimo minuto senza entrare nel panico.

Ingredienti:
- spaghetti n. 3
- bottarga grattuggiata
- olio extra vergine d'oliva.

La preparazione è semplicissima: si cuoce la pasta in abbondante acqua salata e dopo averla scolata si condisce con dell'olio. Infine si aggiunge la bottarga grattugiata.
Possiamo scegliere se condirla noi o servire ai commensali solo la pasta con l'olio e permettere a ognuno di versarsi la bottarga che avremo messo in una ciotolina con un cucchiaino. Io preferisco quest'ultimo sistema perchè così ognuno dei miei ospiti può decidere quanta metterne.

venerdì 8 luglio 2011

Gelato ai frutti di bosco (con gelatiera)

Circa due settimane fa ho comprato dei frutti di bosco surgelati che stamattina ho usato per fare il gelato, credetemi, è uscito veramente buono.


Ingredienti:

  • 450 g di frutti di bosco surgelati (più facili da trovare)
  • 200 gr di zucchero
  • 400 ml di panna da montare già zuccherata
  • il succo di mezzo limone.
Per prima cosa facciamo scongelare la frutta, mettendola in un colapasta affinchè l'acqua venga eliminata; poi la lavoriamo in una terrina con lo zucchero e il succo di limone (chi preferisce può compiere questa operazione usando il frullatore, ma io preferisco i pezzettoni di frutta nel gelato) e alla fine aggiungiamo la panna e mescoliamo fino ad ottenere un bel composto dal colore uniforme. A questo punto si può mettere nella gelatiera, però attenzione, controllate sempre il quantitativo di composto che si può mettere nella vostra gelatiera perchè altrimenti potrebbe fuoriuscire dai bordi durante la lavorazione. In questo caso dimezzate le dosi.

Gelato allo zafferano (con gelatiera)

Adoro lo zafferano e ho provato anche a farci il gelato, in questo modo:

Ingredienti:
- 300 ml di latte intero
- 200 ml di panna da montare
- 100 gr di zucchero
- 1 albume
- 2-3 bustine di zafferano.


Preparazione:

La prima cosa da fare è far sciogliere lo zucchero in più o meno 150 ml di latte scaldandolo sul fuoco o come faccio io nel microonde, ma senza portarlo all'ebollizione. Si fa freddare, e poi si aggiungono tutti gli altri ingredienti, lasciando per ultimo l'albume che deve essere montato leggermente con una frusta o una forchetta. Infine si mette nella gelatiera e si fa girare fino ad ottenere un composto morbido ma sodo.


Ecco qui il mio gelato che prende vita nella gelatiera

giovedì 7 luglio 2011

Patate al forno

Circa due anni fa ho scoperto la formula magica per preparare le patate al forno in modo superlativo, croccanti fuori e morbide dentro. Prima mi limitavo a pelarle, tagliarle, condirle e infilarle nel forno; ora invece attuo un altro sistema... Ecco qui la ricetta:

Ingredienti
- patate (la qualità e le dimensioni dipendono dai gusti)
- sale
- olio
- odori del giardino (rosmarino, timo, origano, salvia) preferibilmente freschi

Preparazione:
Prima di tutto occorre lavare bene le patate per eliminare i residui di terra, poi si pelano, si tagliano a cubetti e si sciacquano sotto l'acqua corrente per eliminare parte dell'amido. A questo punto si mettono le patate a bollire per circa 15-20 minuti in acqua bollente salata. Una volta sbollentate si scolano bene, si mettono nella teglia con l'olio e le spezie e si fanno cuocere in forno a circa 200°. Non do il tempo di cottura perchè dipende dai gusti, a me per esempio piacciono ben croccanti e sbruciacchiate mentre altri le preferiscono meno rosolate.

Crema pasticcera di nonna Bonaria

Questa è una ricetta alla quale sono molto affezionata e che fino ad ora non ho mai condiviso con nessuno, l'ho imparata dalla nonna di una vecchia amica e da allora l'ho utilizzata nella preparazione di diversi dolci, credo sia ora di farla conoscere al mondo:

Ingredienti:
- 4 tuorli d'uovo
- 500 ml di latte
- 120 gr di zucchero
- 60 gr di farina
- la scorza di mezzo limone o 1 bustina di vanillina


Preparazione:

- Lavorare in una terrina i tuorli d'uovo con lo zucchero, e successivamente aggiungere la farina fino ad ottenere un composto morbido e senza grumi;

- Lentamente aggiungere il latte, che per comodità può essere precedentemente scaldato ma non portato all'ebollizione;

- Portare la crema ad ebollizione a fuoco lento avendo cura di mescolare continuamente per evitare la formazione di grumi. Io ritengo sia più semplice ed efficace se si utilizza una frusta.

- Quando la crema è quasi pronta si può aggiungere la scorza del limone intera così da poterla rimuovere facilmente o per chi preferisce una bustina di vanillina.


Una volta fredda la crema può essere servita in coppette di vetro accompagnate da qualche biscotto secco o usata per torte, bignè e dolci vari.